Varietà di pepe e il loro aroma

Tasmansicher Bergpfeffer

Varietà di pepe nel Mondo e il loro profilo aromatico. Informazioni sulla pianta e i paesi di coltivazione del pepe.  Orlandosidee il vostro specialista di spezie e pepe esotico.

Varietà di pepe nel Mondo, il loro aroma, Blog informativo sul Pepe.

Varietà di pepe dal Mondo e il loro profilo aromatico con le relative  caratteristiche organolettiche, tante informazioni  sulla pianta e i paesi di coltivazione.  Orlandosidee il vostro specialista di spezie e aromi naturali, quando l’acquisto diventa conoscenza.

Quante e quali qualità di Pepe esistono? Quanti Paesi al Mondo coltivano questa spezia?

C'è una grande varietà di pepe, ma non tutti sono botanicamente considerati Piper Nigrum.

La famiglia botanica della pianta del pepe, comprende oltre 700 specie con le diverse desinenze.

Quali sono le 700 specie di pepe, e quante ne abbiamo iniziato a commercializzare?

Nel corso degli anni, per soddisfare le richieste di mercato verso spezie sempre più esclusive e esotiche, abbiamo allargato la nostra campionatura di vendita a più di 25 tipi di pepe, tutti rigorosamente originali nella loro specificità . Conoscete il pepe di Assam, per esempio? A vederlo sembra una mora. Ma è del vero pepe, il famoso pepe rosso di Kampot della Thailandia? L’inimitabile pepe Voatsiperifery del Madagascar ? Oppure il  Cubeba o il pepe lungo del Bengala ? Questi pepi sono tutte specie che noi definiamo gourmet e che vorremmo avvicinarvi, per far conoscere le loro particolarità e gli usi in cucina. Sfortunatamente non li abbiamo ancora tutti e 700, ma siamo costantemente alla ricerca dei migliori produttori, e di nuove esperienze sensoriali per rialzare i gusti nei piatti tradizionali. Unisciti a noi in questo viaggio culinario, e lasciati convincere a provare e gustare queste nuove varietà. Portali a “vivere” nei tuoi mulini da pepe e sorprendi gli ospiti e amici con le tue miscele personali.

Che sapore ha il pepe? Ci sono differenze nel gusto del pepe?

Ci sono enormi differenze di gusto nel pepe,e la famosa frase “ il pepe è solo pepe” come molte volte siamo abituati a sentire , è sfatata dalla realtà nella natura. Questa precisazione è data, non solo per la nitidezza del gusto attraverso la quantità di piperina all’interno del grano, ma anche nell'aroma e nel profumo. Chiunque abbia mai morso accidentalmente un grano di pepe, sa che possono essere molto forti. Non a tutti piace questo, e alcuni pensano di poter cucinare anche senza questa spezia, forse è l’errore più grossolano ma strategico per il provetto cuoco, in quanto il pepe, non solo spezia il piatto, ma può evitare un uso ingiustificato di sale, tanto è vero che è sufficiente utilizzare una presa del famoso “quanto basta” più voluminosa, che già si può evitare un 50 % di sale aggiunto. È molto importante diremo fondamentale, per l'aroma della pietanza cucinata, quest’abbinamento. Il pepe nero ad esempio, dà al cibo il necessario tocco rotondo e terroso. Il Pepe bianco e verde hanno una quantità di olio eterico al loro interno che arriva fino al 4,8%, nel nero di alcune specie, questa quantità arriva a un 2,5% aromatizzando perfettamente le diverse combinazioni culinarie.

Cosa e chi  é responsabile del grado piccante nel pepe ?

Responsabile della nitidezza o precisamente detto, grado piccante del pepe, è tra le altre cose la piperina alcaloide con i suoi derivati. Questi sono degli oli essenziali che sono mantenuti nel grano del pepe in forma del tutto naturale. Varietà di pepi differenti, coltivate in terreni diversi, hanno composizioni diverse e quindi anche sapori diversi. Le variazioni di gusto nel pepe sono enormi. Ci sono molte sfumature nell'aroma, dal dolce al fruttato per arrivare a un amaro, dal gusto leggermente piccante a uno molto tagliente tipo il pepe lungo.

Quale tipo di pepe troverete nel nostro negozio online?

Nel nostro negozio online troverete un profilo aromatico per ogni pepe che offriamo nello specifico tra le (maggiori informazioni). Troverete anche suggerimenti su indicazioni culinarie generali. Queste sono solo proposte,consigli, ma non sono assolutamente obbligatori anzi, siate coraggiosi e provateli secondo le vostre sensazioni o intuizioni. Sicuramente il pepe e le spezie in generale se non abusate nell’uso, e nel rispetto di eventuali allergie personali, non faranno certo del male. Apprendere la conoscenza dei sapori, significa utilizzare inizialmente delle piccole quantità. Insomma con un pizzico di parsimonia e pazienza, tutto è possibile. Per imparare a conoscerli, ci vuole del tempo e tanto amore culinario. Dopo un po', vi renderete conto di quanto sia noioso mangiare senza spezie o pepe. Il pepe apre nuove frontiere del gusto, con fantasia e voglia di provare, possiamo arricchire la nostra dieta alimentare, sia per chi decide di vivere nella filosofia vegana, sia per chi invece, decide di mangiare tutto quello che madre natura ci offre. Per apprezzare appieno i sapori e gli aromi  del pepe, consigliamo di contundere o macinare i grani al momento della consumazione.

Quali sono le caratteristiche della pianta del pepe?

 La pianta del pepe, è una pianta rampicante decisamente sensibile che cresce solo in un clima tropicale. Richiede umidità costante e molta pioggia, ma senza acqua di ristagno. Ha bisogno di temperature calde, costanti tutto l’anno. Queste condizioni climatiche sono date solo ai tropici. E questo è il motivo per cui la pianta si è diffusa nei Paesi che geograficamente si trovano in prossimità dell’equatore. Se nel passato le zone di coltivazione, con relativa produzione, erano limitate e quasi esclusivamente in mano a poche realtà aziendali, oggi grazie a Internet, e a una logistica globale dei trasporti molto economica,anche i piccoli coltivatori posso offrirsi al Mondo.

La pianta del pepe, è una pianta tropicale rampicante che arriva fino a un'altezza di circa 10 metri, in natura normalmente cresce sugli alberi della giungla. Nelle piantagioni di pepe, tuttavia, è fatta crescere su pali di legno, o alberi di sostegno detti tutori, e la sua crescita è limitata a 3 metri. Questa tecnica ha un senso sia commerciale, che infortunistico, in quanto, serve per rendere il raccolto più sicuro per i lavoratori che si devono arrampicare fino alla cima per raccogliere i grani dai germogli. La pianta ha bisogno di ombra e molta acqua. Tuttavia, le sue radici non devono essere nell'acqua di ristagno, altrimenti comincerebbe a marcire velocemente. È decisamente sensato per provetti coltivatori, di fare le coltivazioni della pianta del pepe su colline in modo che l'acqua piovana possa drenare.

La pianta del pepe ha foglie verdi, coriacee e leggermente a forma ovoidali. I fiori sono decisamente piccoli, e sbocciano su un asse pendulo lungo circa otto/dieci centimetri,in natura  inserito alla base delle foglie. Le infiorescenze portano fiori detti sessili, a perianzio quasi nullo, che possono essere sia unisessuali oppure ermafroditi. Il frutto è una drupa,che contiene un solo seme, di circa 5 mm di diametro, prima di colore verde, poi con il tempo di color rosso, quando è giunto a maturità. Come detto in precedenza l'asse della spiga raggiunge una lunghezza che varia da sette a quindici centimetri ma solo quando i frutti sono diventati maturi.

Come avviene la coltivazione del pepe? quali tecniche di lavorazione?

La coltivazione di piante di pepe è effettuata moltiplicandole dai tagli, con la tecnica dell’innesto manuale. Questi tagli vengono praticati nel "pepper nursery" detto anche giardino di infanzia ,fino a quando non sono abbastanza grandi da essere successivamente trapiantati nella piantagione vera e propria. Normalmente  sono piantati accanto a pali stagionati e preparati per le intemperie, o tronchi d'albero detti tutori, che servono come aiuti per l’arrampicata. Non si usano alberi morti come erroneamente riportato, dato che la pianta del pepe ha un lungo periodo di sfruttamento. Il pepe viene raccolto  a partire dal terzo anno per i consecutivi 30, quindi i tutori devono essere forti e affidabili. In caso di cattive condizioni climatiche, si rischierebbe di perdere la pianta, ma ancor più importante, di far correre rischi inutili ai lavoratori.

Quale é l‘origine del pepe normalmente conosciuto?  Quali sono  principali produttori nel Mondo?

La pianta di pepe Piper Nigrum, ha origine nell'India meridionale, l'attuale stato di Kerala. Qui cresce naturalmente nell'entroterra montuoso della costa di Malabar. Tale costa viene anche chiamata La Pepper Coast.

Oggi, la pianta del pepe, è coltivata in molti paesi lungo l'equatore.

Principali produttori di pepe secondo fonti FAOSTAT per il 2017 :

  • Vietnam con circa 98.505 tonnellate
  • Indonesia con circa 76.583 tonnellate
  • India con 60.588 tonnellate
  • Brasile con 51.546 tonnellate
  • Cina con 23.901 tonnellate
  • La Malesia con 22.653 tonnellate
  • Sri Lanka con 21.312 tonnellate
  • Tailandia con 6.715 tonnellate
  • Messico 4.723 tonnellate
  • Camerun con 98 tonnellate
  • Come viene confezionato il pepe?

Il tipo di confezionamento molto naturale usato per i trasporti nei Paesi di produzione, sono dei sacchi di juta che variano dai 25 ai 50 kg. Giunti nel continente Europeo, dopo un lungo viaggio nei container via mare,il pepe viene inserito nei Silos di purificazione  dei differenti importatori. Per il rispetto delle normative fitosanitarie locali deve procedere a questo trattamento prima di essere commercializzato. Quindi prima di una sua consumazione deve essere purificato e sanificato. Il pepe normalmente é sterilizzato utilizzando la sanificazione via vapore, nella seconda fase viene nuovamente analizzato, e solo dopo aver passato tutte le analisi obbligatorie,che di solito non sono inferiori a 20,viene confezionato nei sacchi da 25 Kg per i grandi consumatori, oppure in confezioni che variano dai 50 grammi al Kg per gli altri tipi di clienti finali.

Quanto tempo mantiene le caratteristiche organolettiche originarie il grano di  pepe?

Il pepe dal momento del raccolto ha una durabilità, ( da consumarsi preferibilmente entro il…) di molti anni, secondo la normativa Internazionale, la data massima prevista nel mantenere inalterate le qualità organolettiche, sono 5 anni dalla data di confezionamento finale. Come nel sale, se il prodotto viene ben mantenuto, cioè lontano da fonti di umidità e di luce solare diretta, può esprimersi nel sapore, anche dopo molti anni.