Timo selvatico, Creta - Timo vulgaris

Orlandosidee
80224
Da
escl. Spedizioni
    Tempi di consegna:3-5 giorni lavorativi
Aggiungere al carrello
  • Descrizione

Timo selvatico di Creta - Timo vulgaris confezione da 25 gr al 500 gr. Compra erbe aromatiche e Spezie online

La sua origine é un piccolo viaggio nella storia

Il nome Timo deriva dalla parola greca thymos e significa coraggio / forza. Nell'antico Egitto, la pianta era usata per imbalsamare i morti. Gli antichi greci a loro volta bruciavano il Timo, proprio come l'incenso, nei loro templi. Nel Medioevo si credeva che il Timo desse coraggio e forza. Nei giochi di combattimento, i cavalieri indossavano mazzi di timo all'occhiello.

Il Timo proviene dal Mediterraneo occidentale. La mitologia greca afferma che il Timo sono le lacrime della bella Elena.

Come appare la pianta di Timo?

La pianta del Timo appartiene alla famiglia delle Lamiaceae e ha un arbusto, che può arrivare fino a 30 cm, con foglie, a forma di uovo. Quando fiorisce, ha fiori rosa o viola. Cresce sulle colline calcaree, calde e rocciose di Creta, ma é presente in tutto il bacino del Mediterraneo, Il suo profumo incanta tutta la costa dove é presente.

Come si assaggia il Timo quali sono le sue caratteristiche ?

Il Timo ha un profumo molto aromatico, che può essere descritto come terroso e pepato. Il suo gusto è speziato, leggermente piccante e amaro con sfumature di canfora e chiodi di garofano.

Uso culinario del Timo

Il Timo è una spezia molto usata e popolare in molte cucine europee. Ha molti usi, come: burro alle erbe, insalate, zuppe, piatti a base di uova, pomodori e marinate. La spezia è particolarmente adatta per la preparazione di una purea di carote, affina melanzane, funghi, fegato, carne con salsa scura in combinazione con vino rosso. L'ho mangiato recentemente con il petto d'anatra arrosto, era anche molto delicato, gradevole e armonioso.

Il Timo è utilizzato nella cucina francese per ogni stufato. Senza di esso, non è pensabile una ricetta completa.

Con quali erbe e spezie posso combinare il Timo?

Il Timo è un ottimo partner per altre erbe se usato con parsimonia. La caratteristica é che evidenzia i sapori delle altre erbe. Si abbina bene con: basilico, origano, santoreggia, maggiorana, alloro, chiodi di garofano, noce moscata, pepe, rosmarino, pimento, lavanda, sale, pepe, peperoncino, aglio.

Suggerimento extra:

Il timo è una spezia intensa e dovrebbe quindi essere usato con parsimonia. Va anche notato che il suo aroma si sviluppa solo durante la cottura. Il timo selvatico essiccato è anche più intenso del timo fresco.

Conoscenza extra :

Il Timo allevia le indigestione, e seda crampi allo stomaco. Il Timo possiede notevoli e molte proprietà antisettiche , e a livello gastrointestinale, conosciute fin da tempi antichissimi. Il Timo ,costituiva, con altri oli essenziali, una sostanza base usata dagli Antichi Egizi nel processo di imbalsamazione.

Fin dai primi del 1900, con il Timo si realizzavano i disinfettanti più conosciuti e usati dalle popolazioni. È un prodotto naturale efficace nelle infezioni delle vie urinarie.

Le proprietà antibatteriche sono dovute a un tipo di fenolo, il timolo, contenuto in tutte le parti della pianta che é anche responsabile del forte profumo.

Il Timolo, come altri fenoli essenziali, allo stato di elevata concentrazione però è corrosivo, e anche tossico, quindi le preparazioni sono possibili ,solo sotto stretto controllo medico o specialistico di laboratori autorizzati.

In campo erboristico , il suo uso è consigliato per le affezioni dell'apparato respiratorio, quali tosse o asma, dato che svolge una funzione espettorante, aumentando la produzione di secreto bronchiale, e facilitandone l'espulsione, tanto é vero che moltissime pastiglie o caramelle contro le infezioni dell'apparato respiratorio sono con base di timo.

Il Timo, può essere usato come infuso (allo stesso modo del tè) oppure come condimento nelle pietanze , essendo una erba aromatica; i timi sono ottime piante mellifere e si anche ottiene un buon miele.

Si prega di conservare le vostre erbe e spezie in contenitori ermetici che le mantengano lontane da fonti luce solare diretta, e in ambienti asciutti e freschi.