Aglio Nero, Allium Sativum

Orlandosidee
80843
escl. Spedizioni
    Tempi di consegna:3-5 giorni lavorativi
Aggiungere al carrello
  • Descrizione

l'Aglio nero fermentato è una specialità culinaria dalla Spagna,senza alcun tipo di additivo o conservante

Le sue proprietà salutari aumentano durante il processo di fermentazione eliminando il suo odore caratteristico e rendendolo piacevole al palato. Raccomandiamo di usarlo spalmato su un toast con un po' di olio extravergine e con qualche fetta sottile di formaggio stagionato, oppure con del prosciutto per apprezzarne appieno le caratteristiche . Va molto bene con verdure, carne o pesce come fondo salse , ma si combina perfettamente anche con la pasta.

Compra Online Spezie Selezionate

l'Aglio :

L'aglio nero è il risultato di una naturale maturazione dell'aglio fresco. L'aglio fresco viene sottoposto ad un processo di trasformazione lenta, senza alcun tipo di additivo, ad alte temperature e umidità costante per circa un mese, fino a 90 giorni ,che ne eliminano l'odore e il sapore pungente caratteristico del prodotto fresco ,a fermentazione completata risulta un alimento dal gusto dolce con toni di liquirizia e prugna, il tutto avvolto da toni caramellati che lo rende piacevole al palato. Aglio nero trattato (invecchiato)

I prodotti a base di aglio nero sono emersi tra i prodotti alimentari orientati alla salute in più rapida crescita nel mercato Spagnolo con la crescente consapevolezza dei benefici per la salute. Inoltre, i processi termici comunemente usati nella produzione di alimenti sono senza uso di conservanti. Uno degli obiettivi importanti dei processi termici è l'aumento della qualità sensoriale degli alimenti, la loro appetibilità e l'estensione della gamma di colori, sapori, aromi e consistenze nel cibo .

Come usare in cucina?

L'aglio nero è dolce, aromatico, cremoso e morbido, non aggressivo, quindi è perfetto per dare ai nostri piatti un sapore sottile e delicato. Puoi usarlo come un normale aglio in qualsiasi preparazione, senza alcun problema.

Si comporta senza alcun dubbio come complemento ideale per insalate e verdure, e lo si utilizza in vinaigrette e condimenti per intensificare il sapore dei nostri stufati o per dare un tocco speciale, diverso e goloso, come se fosse un tartufo nero.

Perché usare Allium sativum nero?

L'aglio nero può essere considerato una panacea vegetale, L'aglio nero ha 18 dei 20 amminoacidi che esistono in natura. Tra questi possiamo trovare gli 8 essenziali che dobbiamo portare nella nostra dieta per mantenere il tono del nostro corpo. È quindi una delle principali fonti di aminoacidi e un perfetto energizzante naturale.

Affronta lo stress e, grazie al suo alto contenuto di zinco, aiuta negli stati depressivi. Purifica il sangue e protegge il cuore grazie a un componente, la "s-alil-l-cisteina", che collabora all'eliminazione dei lipidi e del colesterolo. Oltre a presentare eccellenti proprietà antisettiche e antibatteriche.

L'aglio nero ha cinque volte più allicina dell'aglio fresco. L'alchina non è essenziale nell'alimentazione, ma è di grande aiuto nella lotta contro i radicali liberi, che lo rende uno dei migliori antiossidanti che la natura ci fornisce, una fonte di giovinezza. L'allicina funziona anche per migliorare la circolazione del sangue, con effetti antitrombotici. Oltre ad aiutare il sistema immunitario e mantenere le arterie pulite, l'allicina collabora alla prevenzione del diabete e del transito intestinale, evidenziando le sue qualità diuretiche e depurative.

Negli ultimi 20 anni l'uso di erbe e prodotti naturali ha guadagnato in popolarità , e questi sono stati sostenuti da prove epidemiologiche. Una di queste erbe è l'aglio, che già nei tempi antichi veniva usato per trattare un'ampia varietà di disturbi associati all'invecchiamento.

Il ruolo dell'aglio nella prevenzione delle malattie legate all'età è stato ampiamente studiato negli ultimi 10-15 anni. L'aglio ha forti proprietà antiossidanti ed è stato suggerito che l'aglio possa prevenire le malattie cardiovascolari, inibire l'aggregazione piastrinica, la formazione di trombi, malattie associate all'invecchiamento cerebrale, l'artrite, la formazione di cataratta e ringiovanire la pelle, migliorare la circolazione sanguigna e i livelli di energia.

Allium sativum

Si ritiene che l'aglio (Allium sativum) sia originario dell'Asia centrale e ad oggi il genere Allium comprende oltre 600 specie conosciute, tra cui Allium cepa (cipolla), Allium porrum (porro) e Allium schoenoprasum (erba cipollina). Il genere Allium appartiene alla famiglia Alliacae. L'aglio è usato universalmente come agente aromatizzante, medicina tradizionale e un alimento funzionale per migliorare la salute fisica e mentale. Gli effetti benefici del consumo di aglio nel trattare un'ampia varietà di malattie e disturbi umani sono stati registrati e tramandati da molte civiltà.

Composizione

La maggior parte dell' aglio (65%) è acqua e la massa del peso secco è composto di carboidrati contenenti fruttosio, seguiti da composti di zolfo, proteine, fibre e amminoacidi liberi. L'aglio contiene anche alti livelli di saponine, fosforo, potassio, zolfo, zinco, moderati livelli di selenio e vitamine A e C, e bassi livelli di vitamine di calcio, magnesio, sodio, ferro, manganese e complesso B. Ha anche un alto contenuto fenolico. Quasi tutti questi composti presenti in aglio sono solubili in acqua (97%) con una piccola quantità di composti solubili in olio.

L'aglio contiene composti organo sulfurici unici, che forniscono il suo caratteristico sapore e odore e la maggior parte della sua potente attività biologica. In effetti, oltre il 90% delle indagini i principi attivi dell'aglio si sono concentrati sui composti dello zolfo di cui circa l'85% comprende l'alliina e due principali glutamilcisteine. L'alliina è considerata la sostanza madre dei componenti dello zolfo terapeuticamente attivi dell'aglio. Quando l'aglio viene schiacciato, tagliato o masticato, l'alliina viene esposta all'enzima alliinasi e si forma l'allicina tiosolfato. L'allicina è una specie intermedia reattiva che può essere trasformata in una varietà di composti a seconda delle condizioni ambientali e dei metodi di estrazione ed è anche ritenuta responsabile del tipico odore dell'aglio tagliato fresco o schiacciato. Oltre ai composti organosulfurici, l'aglio contiene anche carboidrati (ad esempio fruttani), enzimi (ad esempio alliinasi, catalasi), proteine e amminoacidi liberi (per esempio arginina), lipidi, polifenoli e fitosteroli.