Paprica affumicata piccante - della vallata de la vera

Orlandosidee
80811
Da
escl. Spedizioni
    Tempi di consegna:3-5 giorni lavorativi
Aggiungere al carrello
  • Descrizione

Paprika affumicata piccante - della vallata de la vera  Spagna ( Regione Estremadura) - Acquistare Spezie online nello Shop Orlandosidee
 

 

Paprica affumicata piccante - Spagna Paprika/Pimenton della vallata de la vera, regione dell'Estremadura

La Paprika affumicata spagnola, e una tipica spezia macinata, successivamente affumicata, con grado Asta non inferiore a 140 prodotta nella regione Estremadura in Spagna.

Per secoli in questa regione spagnola, nella provincia occidentale dell'Estremadura, è stata prodotta una spezia unica. Che oggi ha raggiunto una fama mondiale. Il peperoncino affumicato, successivamente chiamato in spagnolo Pimentón.

È ormai noto che il nostro grande navigatore e visionario Cristoforo Colombo portò intorno al 1493 le piante di Paprika in Spagna nel suo secondo viaggio dalle America Centrale. Ma pochi sanno chi fu il primo ad usarli come condimento per i cibi. Oggi si ritiene che i monaci del Monastero di Guadalupe, in Estremadura, furono in assoluto i primi a riconoscere i vantaggi e la poliedricità culinaria dei frutti caldi di questa pianta.

I Monaci erano conosciuti per la loro succulenta cucina. Non ci sono manoscritti specifici, ma questo porta a pensare che la teoria degli storici della alimentazione sia giusta. Cioè che i peperoncini, furono coltivati inizialmente nei giardini del monastero e diffusi successivamente dai monaci pellegrini in tutta la Spagna. E di conseguenza lentamente ma metodicamente in tutta Europa. Chiaramente i commercianti spagnoli e portoghesi vedendo interesse nel prodotto, e le relative ricadute economiche positive,li portarono nei loro viaggi anche in Africa. Nel tempo anche India e in molte coste della regione del Sud-Asia.

Quindi in meno di cento anni, dopo che l'amabile Colombo li aveva portati faticosamente in Spagna, le piante dei peperoncini si diffusero  in tutto il Mondo. A livello economico questo portò a una ricaduta dei prezzi per queste spezie, ma le regioni che ricevettero queste nuove piante,in contropartita  furono nelle condizioni di ampliare la loro dieta alimentare.

Storicamente viene ritenuto inoltre che la tradizione del Pimentón nella vallata de La Vera,iniziata dai monaci,ebbe un grande sviluppo nel XVI secolo. Leggendo l'autore Janet Mendel,nel suo libro "La cucina tradizionale spagnola", sembra in altra versione che tutto è realmente iniziato quando l'imperatore Carlo I, intorno al 1555. Una volta lasciato il trono di Spagna,andò a vivere nel Monastero di Yuste come sua ultima residenza (Cuacos de Yuste), cominciò ad apprezzare questa paprika. L'interesse fu al punto di raccomandarla a sua sorella,niente di meno che la regina Maria d'Ungheria. Oggi possiamo serenamente ricollegare anche il grande sviluppo di paprika in Ungheria e nella regione Balcanica, proprio per questo evento.

Quindi anche il segreto ecclesiastico dei monaci tanto riservati, quanto poco propensi a divulgarlo nei primi anni ,fu perso. Questo  permise di lasciare spazio a nuovi incroci di piante in altre Nazioni. Dalla metà del XIX secolo, i  peperoncini (paprika) spagnoli erano cresciuti e prodotti su larga scala,a questo punto si iniziò ad usare anche  il nome Pimenton. Oggi la produzione divenuta una specialità, è la principale fonte di reddito di questa regione,  la ormai famosa polvere di peperoncino affumicato, gode anche della denominazione di origine.

Il Pimenton affumicato piccante si presta come il dolce, a tutte le preparazioni già descritte nella nostra pagina del Pimenton dolce, solamente nella variante di chi ama un grado piccante più rialzato.

Vi ricordiamo che per un corretto uso nel mantenimento delle spezie, di deporre il prodotto una volta acquistato in vasetti possibilmente di vetro,decisamente più pratici delle lattine per chi ama riutilizzare le confezioni, e preservare anche in piccolo l'ambiente, per mantenere il colore vivo di questa eccellente spezia, oltre ad immagazzinarla in ambienti asciutti, evitate di esporre le confezioni ai raggi del sole, che tenderebbero a scolorire nel tempo il prodotto.